Crea sito
gen 14, 2021 - Senza categoria    No Comments

LE PIANTE DI CORTADELIA SELLOANA CHE ABBELLISCONO LA VILLA “REGINA ELENA” DI LICATA

 

1 OK

Esistono in Natura diverse piante da giardino che, grazie al loro aspetto, danno una visione esotica allo spazio verde in cui vegetano.
Un chiaro esempio è sicuramente la Cortaderia selloana, una pianta ornamentale conosciuta anche con il sinonimo di “Erba delle Pampas” o “Gynerium”.

                                        CLICCA QUI

Nella villa comunale “Regina Elena” di Licata sono presenti due bellissimi esemplari di Cortaderia selloana che adornano la piazzetta “8 Marzo” e il viale “Clotilde Terranova”.

2 OK

La Cortaderia selloana è una pianta erbacea perenne, appartenente alla famiglia delle Graminaceae, originaria dell’America meridionale, in particolare delle Pampas Argentine.
E’ una pianta a portamento arbustivo compatto e dalla crescita veloce che, negli esemplari adulti e ben radicati, può raggiungere l’altezza di 2 – 3 metri e di 1,5 metri di diametro.

3 OK

Possiede una radice bulbosa dalla quale si originano le numerose foglie, lunghe fino a 2,5 metri, persistenti, nastriformi, lanceolate, ricadenti, di colore grigio-verde, disposte a rosetta lungo gli steli e dai margini lisci e taglienti.

4 FOGLIE OK

5 FOLGIE 1 OK

Dal fitto cespuglio di foglie spuntano gli steli erbacei, tubolari, eretti, terminanti con particolari e decorative infiorescenze a pannocchie di fiori piumosi di colore bianco – argenteo che persistono sugli steli per lungo tempo, fino alla primavera successiva.

6 OK

7 OK

8 OK

La Cortadeira selloana fiorisce da settembre a novembre. Le fioriture sono più precoci dove il clima mite.
La moltiplicazione avviene per divisione dei cespi.  I periodi migliori per eseguire questa operazione sono la primavera e l’autunno.
Con un coltello, ben disinfettato e affilato, si dividono i polloni basali con porzioni di radici ben sviluppate che si mettono a radicare in un miscuglio di torba e di sabbia fino ad avvenuto attecchimento.
La Cortaderia selloana è una pianta coltivata nei giardini per l’aspetto molto decorativo delle sue infiorescenze piumose.
Particolarmente adatta per abbellire le aiuole, può essere messa a dimora da sola o in gruppi per formare siepi.
Poichè la pianta tende a espandersi in larghezza, al momento della messa a dimora di più piante, è opportuno impiantarle a circa un metro di distanza l’una dall’altra.
La Cortaderia selloana è una pianta rustica, resistente, che necessita di poche cure, pertanto è di facile coltivazione.
Per un corretto sviluppo della pianta occorre, comunque, dedicare  ad essa alcune attenzioni.

9 OK

Bisogna proteggerla dai vari agenti atmosferici in quanto è molto resistente al freddo invernale, ma teme moltissimo l’umidità dell’ambiente. Sopporta il caldo e brevi periodi di siccità e non teme la salsedine e i venti salmastri.
Gradisce essere posta su un terreno soffice e fertile, permeabile e ben drenato, senza ristagni idrici, esposta al sole, ma si adegua con facilità se esposta a mezz’ombra.
Poiché tende a svilupparsi in fretta, è necessario che abbia abbastanza spazio per crescere, senza essere invadente per le altre piante.
Le annaffiature devono essere costanti in estate e durante i periodi di prolungata siccità in modo da mantenere il terreno sempre umido e sospenderle in inverno.
Affinché cresca rigogliosa, è opportuno praticare una concimazione periodica, in primavera e in autunno, con dei fertilizzanti per piante a base di azoto e di potassio.
L’imponente e veloce crescita della pianta obbliga il giardiniere ad adottare interventi di potatura per frenare le sue dimensioni, potatura che la Cortaderia selloana tollera bene.
Quando la pianta sfiorisce, i pennacchi sfioriti vanno tolti. Alla fine inverno o all’inizio della primavera bisogna togliere anche le foglie secche e danneggiate recidendole alla base per favorire l’emissione di quelle nuove.
Le parti prelevate durante la potatura possono essere utilizzate per formare nuove piante.
E’ opportuno proteggere le mani con i guanti considerato il fatto che i margini delle foglie sono taglienti.
Anche se raramente, la Cortaderia selloana teme l’attacco degli afidi e lo sviluppo di malattie fungine, spesso favorite dal clima fresco e umido. Bisogna intervenire con trattamenti preventivi usando materiali antifungini e antiparassitari ad ampio spettro.
A parte la sua bellezza ornamentale, la Cortaderia selloana non ha usi specifici.
Non è una pianta tossica per l’uomo e per gli animali domestici, quali i cani e i gatti.
Le spighe recise ed essiccate sono utilizzate per la realizzazione di confezioni floreali.

Print Friendly

Got anything to say? Go ahead and leave a comment!

*

Powered by AlterVista


Hit Counter provided by Sign Holders