Crea sito
dic 6, 2019 - Senza categoria    No Comments

“ESTER ALLE PRESE CON L’AUTORE E CON I SUOI FANTASMI. STORIA DI UNA DONNA VIOLENTATA” DRAMMA DEL PROF. VINCENZO SCUDERI RAPPRESENTATO AL TEATRO RE GRILLO DI LICATA .

 

1 ok

Il prof. Vincenzo Scuderi ancora una volta stupisce la platea con la rappresentazione scenica di una sua opera.
Infatti, giovedì, 5 dicembre 2019, alle ore 18:30, nella prestigiosa sala del teatro “Re Grillo”, sito a Licata in Corso Vittorio Emanuele, è stato portato in scena un importante tema sociale, che coinvolge la DONNA, e di cui quasi quotidianamente dai telegiornali regionali e nazionali sono riportate notizie su violenze fisiche e psicologiche sulle donne fino all’atto estremo del femminicidio.
“ESTER ALLE PRESE CON L’AUTORE E CON I SUOI FANTASMI. STORIA DI UNA DONNA VIOLENTATA ” è il titolo del dramma tratto dal libero “Novelle/tre” “Semplicemente Donne Siciliane”. Questa rappresentazione si inserisce nel contesto delle manifestazioni organizzate in occasione delle giornate contro la violenza sulle donne. E sostenuto dall’Assessorato Turismo, Sport e Spettacolo.

2 ok

In questa novella Ester, attrice in scena, persona enigmatica e drammatica, racconta alla platea la sua storia di donna violentata.  L’autore del libro è il prof. Vincenzo Scuderi, che ha realizzato anche il dipinto della copertina e i disegni in esso contenuti.  Il libro, di 328 pagine, è stato pubblicato nel 2016, edito da Youcanprint.

3 ok

In questo suo lavoro il prof. Vincenzo Scuderi ha voluto porre l’accento sul delicato tema, di rilevanza sociale, dell’abuso, della violenza sulle donne, dei maltrattamenti, anche in seno alle loro famiglie, e, in extremis, dei femminicidi. Questo tema, evidenziato dall’autore nel suo racconto e fatto risaltare nella rappresentazione scenica al teatro “Re Grillo” di Licata, ha dato spunti di riflessioni personali.
Ecco, per questo motivo la rappresentazione scenica è carica di sensibilità e di originalità!
L’autore ha caldamente invitato a partecipare alla rappresentazione scenica non solo le dirette coinvolte, cioè le DONNE, ma tutti i rappresentanti del massimo consesso cittadino, le istituzioni, le associazioni presenti nel territorio e tutti quei licatesi che si battono e hanno a cuore questo delicato problema della violenza sulle donne perché possa avere una radicale soluzione. E’ stato essenziale partecipare per assicurare l’impegno sociale, per dimostrare la sensibilità, per dare una risposta positiva e personale alle donne, per sensibilizzare la città, per curare una piaga sociale che offende e distrugge la personalità femminile e che va combattuta e condannata affinchè il fenomeno della violenza sulle donne non si ripeta mai più né a Licata né altrove nel mondo.
Per sensibilizzare i giovani a questo rilevante argomento il dramma: “ESTER ALLE PRESE CON L’AUTORE E CON I SUOI FANTASMI. STORIA DI UNA DONNA VIOLENTATA ” sarà ripresentato nell’aula magna “Ines Giganti Curella” dell’I.I.S.“E. Fermi” di Licata il 13 dicembre p.v. Gli stessi alunni, nello stesso istituto, hanno già partecipato al convegno del 25 novembre u.s. dal titolo: “Stop violenza sulle donne – Codice Rosso e Tutela delle vittime” organizzato dall’ O.P.A. (Osservatorio Permanente Antiviolenza) durante il quale hanno dato prova della loro sensibilità al tema rappresentando alcune scenette da loro stessi preparate.
Per riflettere sull’importanza della giornata del 25 novembre contro la violenza sulle donne e per sensibilizzare al rispetto e alla libertà individuali, ecco le parole della dirigente scolastica prof.ssa Amelia Porrello rivolte agli allievi, ai docenti, alle autorità civili e militari, alle associazioni: “Contrastare la violenza sulle donne è un compito essenziale di ogni società che si proponga la piena tutela dei diritti fondamentali della persona. Bisogna educare, soprattutto le nuove generazioni, al <<rifiuto della violenza nei rapporti affettivi”>>. L’educazione a una vita sentimentale, caratterizzata dal rispetto per l’altro, inizia dall’infanzia e dall’adolescenza. Soprattutto alle nuove generazioni deve essere rivolta l’attività attuata dalle istituzioni e dalla società civile. La scuola e le altre attività, in cui si esplica la crescita della persona, devono essere in prima fila contro ogni forma di violenza, pregiudizio e discriminazione.
La violenza è una malattia che danneggia tutti coloro che lo usano, indipendentemente dalla causa. L’IIS “Fermi” dice “No alla violenza contro le donne!!!!
Il discorso della prof.ssa Amelia Porrello è collegato al racconto del prof. Vincenzo Scuderi.  Il libro “SEMPLICEMENTE DONNE” completa la “Terna” delle Novelle dedicate alle “Donne siciliane”.  Il prof. Vincenzo Scuderi  nel libro racconta la storia della nobildonna Matilde, la storia di Mamma Grazia; la storia di Angelina in dialogo col suo amante Fefè; la storia di Miriam, personaggio impenetrabile che sembra farsi sopraffare dai ricordi penosi e angoscianti ma… qualcuno la aiuta a capire se stessa, la storia di Marietta, l’amante del pescatore, che viene considerata dai maldicenti e dai bigotti del paese una di quelle “donne facili”, la storia di Rosa, ragazza moderna, femmina sagace e boriosa alle prese col suo innamorato, la storia di Andreina, la danzatrice sfegatata di rock and roll, la storia di Delizia, che personifica la “Materialità” dell’essere umano in un insolito colloquio con Angelino, che rappresenta la “Spiritualità”, e la storia di tante altre donne palermitane al mercato della Vucciria e a Ballarò.
Hanno iniziato la rappresentazione i lettori:Marco Bernasconi, Maria Grazia Cimino, Giuseppina Incorvaia, che hanno letto alcuni brani dello stesso autore, scritti appositamente sul tema.

4 ok

Da sx: Marco Bernasconi, Angelo Augusto, Maria Grazia Cimino, Giuseppina Incorvaia

4 ok

5 ok

6 ok

Successivamente ha introdotto l’evento la signora Maria Bernasconi con queste parole: ”Amici carissimi ancora una volta mi pregio di presentare un altro lavoro del prof. Vincenzo Scuderi che, come le altre volte, ci fa riflettere su importanti temi di carattere sociologico. Oggi,in questa rappresentazione scenica,il prof.Vincenzo Scuderi ha affrontato il problema della violenza sulle donne, racconto tratto dal libro “Semplicemente Donne Siciliane”. Inoltre,  ha ampiamente illustrato la personalità sensibile e creativa dell’autore.

7 ok

La signora Maria Bernasconi ha invitato ad entrare in scena sul palco lo stesso autore che ha chiamato insistentemente la protagonista: “Ester, Ester,vieni, non avere paura dei fantasmi”.

9 ok

Bravissimi sono stati gli interpreti: Gloria Incorvaia, nelle vesti di Ester, Daniele Costa ( il marito di Ester), Matteo Federico, il bimbo.

8 ok

7 ok

8 ok

9 ok

10 ok

10 ok

11 ok

11 ok

12 ok

16 ok

Molte volte, durante la rappresentazione, si è sentita la voce dell’autore dialogare con Ester, la protagonista.

Registi: Vincenzo Scuderi e Gloria Incorvaia.
L’interpretazione dei personaggi è stata molto apprezzata dai presenti, come hanno dimostrato i calorosi applausi elargiti dalla platea con espressa gratitudine.

12 ok

13 ok

14 ok

Visibilmente commosso, ma compiaciuto il prof. Vincenzo Scuderi ha ringraziato il dott. Giuseppe Galanti, sindaco dl Licata, il giovane Andrea Burgio, Assessore allo Sport, Turismo e Spettacolo,

15 ok

l’Associazione O..P.A, le Forze dell’Ordine, la prof.ssa Amelia Porrello e tutti gli intervenuti ricevendo complimenti e abbracci affettuosi e sinceri.
Anche gli attori hanno ringraziato con i loro applausi.
Gloria Incorvaia ha ringraziato il cuntastorie Mel Vizzi e la “Putida Du Cuntastorie” per  avere messo a disposizione gli oggetti di arredamento del palco.

17 ok

19 ok


21 ok

22 ok

Che dire? Il lavoro del prof. Vincenzo Scuderi, attraverso l’originale rappresentazione scenica al teatro Re Grillo, ha trattato il grave problema della violenza sulle donne, problema che mortifica non solo le donne, ma l’Umanità intera.
Molti sono stati gli spunti di riflessione.
LA DONNA deve essere amata, rispettata, stimata,  protetta sempre. Tutti i giorni, non solo il 25 novembre di ogni anno!
Il dialogo, la comprensione, la collaborazione fra i due sessi devono essere momenti di unione fra l’Uomo e la Donna e non di separazione o di violenza materiale e morale.
Le foto più belle sono della signora Loredana Capitano

Cenni biografici: Il prof. Vincenzo Scuderi,

16

nato a Ramacca il 15/08/1946, risiede a Licata da molti anni.
Laureato in Economia e Commercio presso l’Università di Palermo, ha svolto il suo lavoro di valido e apprezzato docente quale titolare della cattedra di Ragioneria presso L’I.I.S. “Filippo Re Capriata” a Licata.
Coniugato con la signora Giuseppina Scribellito, è padre affettuoso di tre figli maschi: di Raffaele, di Alessio, di Francesco  e nonno premuroso di cinque nipotini.
Inoltre, già dottore commercialista e revisore contabile, oggi, da pensionato, si dedica ad altre attività culturali.
E’ autore di un testo di contabilità adottato in alcuni Istituti Tecnici d’Italia. E’ coautore della biografia sull’omonimo zio “Mons.Vincenzo Scuderi”. Titolo: “ Il Missionario di fuoco” -Editrice L.D.C. – Torino-Leumann . E’ autore di circa 50 pubblicazioni di contenuto giuridico-contabile-fiscale, (Editrice ETI, Roma; Editrice Pedrini, Torino; Editrice Tramontana, Milano; Giornale dei Dottori Commercialisti, Roma). E’ relatore di interventi, in sede Congressuale Nazionale, dei dottori Commercialisti, pubblicati dalla Casa Editrice Buffetti. E’autore di numerose opere letterarie. Ha pubblicato 48 volumi tra Romanzi, Novelle, Fiabe, Filastrocche opere conosciute in varie città della Sicilia, dell’Italia, dell’Europa. Alcuni romanzi sono disponibili negli Stati Uniti, in Australia, in Nuova Zelanda, in Brasile, in Gran Bretagna, in Canada, in Russia, in Polonia, in India, nella Corea del sud.
Amante dell’arte e della pittura, ha organizzato quattro mostre personali esponendo le sue preziose opere sino al 1981. Infatti, la copertina del libro “Semplicemente Donne Siciliane” è una sua creazione.
L’amico Vincenzo Scuderi è una persona aperta, socievole, detentore di molti valori umani e sociali che io, personalmente, ammiro e stimo molto.
Grazie Vincenzo!

 

 

 

Print Friendly

Got anything to say? Go ahead and leave a comment!

*

Powered by AlterVista


Hit Counter provided by Sign Holders