Crea sito
mar 4, 2020 - Senza categoria    No Comments

IL REV. DON ANGELO PINTACORONA SALUTATO CON GRATITUDINE DALLA COMUNITA’ LICATESE.

 

1 ok

Il giorno 29 febbraio 2020 una numerosa folla di fedeli si è riunita all’interno del Santuario di Sant’Angelo Martire, il Santo Patrono della città di Licata,

2 ok

2a ok

2b ok

per abbracciare virtualmente e ringraziare il rettore, don Angelo Pintacorona, per il lavoro, per l’impegno, per la dedizione nel guidare la Rettoria del Santuario per tanti lunghi anni.

3 ok

4 ok

 Su Facebook, nel profilo del Santuario di Sant’Angelo è stato creato un apposito evento dal titolo “Salutiamo con gratitudine Don Angelo Pintacorona”. Infatti, dopo 28 anni di assenza, sono ritornati a Licata, disponibili ad occuparsi del santuario e ospitati sicuramente nei locali del convento, i carmelitani di cui Sant’Arcangelo fu un seguace della loro dottrina.
L’Ordine dei Carmelitani prese il nome dal monte “Carmelo”, in aramaico “Karmel” “giardino, paradiso di Dio”, un rilievo montuoso calcareo alto 528 metri che si trova nella sezione nord-occidentale di Israele, nell’Alta Galilea. Esso fu la culla dell’antico Ordine monastico contemplativo d’origine orientale. Alcuni eremiti sul monte Carmelo edificarono il primo tempio dedicato alla Vergine che, per questo motivo, si chiamò Madonna del Carmelo o Madonna del Carmine.
Il 16 luglio del 1251 la Vergine Maria, circondata dagli angeli e con il Bambino in braccio, apparve a San Simon Stock, il primo Padre Generale dell’Ordine Carmelitano inglese, al quale consegnò lo “Scapolare” dicendogli: “Prendi, o figlio dilettissimo, questo Scapolare del tuo Ordine, segno distintivo della mia Confraternita. Ecco un segno di salute, di salvezza nei pericoli, di alleanza e di pace con voi in sempiterno.
Chi morrà vestito di questo abito, non soffrirà il fuoco eterno”.

5 ok

 Sulla vita di Sant’Angelo, sulla Sue feste religiose, sul santuario a Licata invito i lettori a leggere gli articoli pubblicati nel mio blog nel mese di aprile 2016.
Per festeggiare il ritorno dei Padri Carmelitani a Licata è stato scelto esattamente questo periodo in cui si celebrerà il Giubileo di Sant’Angelo, che  inizierà il prossimo 5 maggio e durerà fino al 5 maggio del 2021. L’evento è stato organizzato dall’Ordine Carmelitano in occasione degli 800 anni del martirio del frate carmelitano Sant’Angelo.
Nel santuario di Sant’Angelo la Santa Messa di ringraziamento, per la fine del mandato pastorale del Can. Don Angelo Pintacorona, Rettore uscente del Santuario Diocesano, è stata concelebrata: dal rev. Angelo Pintacorona, da P. Roberto Toni, da P.Josè Adriano Gomes Da Silva, da P. Salvatore Cardella.

OK

Durante la sua omelia, visibilmente commosso, Don Angelo Pintacorona ha percorso la storia della sua vita al servizio del Santuario, dell’accoglienza dell’Associazione Pro Sant’Angelo, dell’assistenza spirituale al gruppo dei Carmelitani, dell’ascolto dei giovani, e delle tante altre attività.

6 ok

Ha dato, inoltre, il benvenuto ai tre frati carmelitani che svolgeranno il loro mandato a Licata: a P.Antonino Mascali, il nuovo Rettore del santuario, a P.Gerard Carlos AraujoTangChoon di Trinidad e Tobago, al brasiliano Josè Adriano Gomes Da Silva.
Nel corso della celebrazione il M. R..P. Roberto Toni, Priore Provinciale della Provincia Italiana dei Carmelitani, ha letto il saluto di tutta la comunità licatese diretto a Don Angelo Pintacorona. Le sue parole: “Grazie, Padre Angelo, a ringraziarLa non sono le parole di uno, ma sono le parole di tanti”.
Quindi, hanno espresso il proprio pensiero ringraziando Padre Angelo Pintacorona: il prof. Vincenzo Scuderi, il dott. Giuseppe Caci, Presidente del Terz’ordine Carmelitano di Licata a Segretario Provinciale del Terz’ordine Carmelitano della Provincia Italiana dei Padri Carmelitani, la signora Caterina Bonafede, segretaria dell’Associazione  Pro Sant’Angelo.  P. Roberto Toni ha letto la lettera che i giovani Giacomo Vedda e Viviana Giglia hanno indirizzato a Don Angelo.  Il signor Gibaldi Angelo, presidente dell’ Associazione Por Sant’Angelo, e il membro dell’Associazione “Vivere Licata” hanno salutato padre Pintacorona offrendogli anche un omaggio floreale.
La santa messa è stata animata dal coro dei Carmelitani che hanno recitato la preghiera alla Madonna del Carmelo e hanno cantato chiamdoLa “Sorella”.
La visione del filmato, cliccando su

 

CLICCA QUI

 

rende tutti noi partecipi della cerimonia come se fossimo stati materialmente presenti.

Chi è Padre Angelo Pintacorona?
Angelo Pintacorona è nato a Licata, in provincia di Agrigento, il 6 settembre del 1939.
Il giorno 3 luglio del 1966 da Mons. Giuseppe Petralia è stato ordinato sacerdote presso la cattedrale di Agrigento.
Nel 1966 è stato nominato Viceparroco della chiesa Madre di Palma di Montechiaro.
Nel 1968 è stato nominato Viceparroco della chiesa Madonna di Fatima di Agrigento.
Negli anni 1972-’73 è stato nominato Viceparroco della chiesa di Santa Maria dell’Annunziata, meglio conosciuta come “Chiesa del Carmine” a Licata.
Dal 1973 è stato rettore della chiesa di Maria SS.ma della Carità, Cappellano del cimitero dei Cappuccini e Canonico dell’Insigne Secolare Collegiata sempre a Licata. A partire dallo stesso anno ha ricoperto l’incarico di docente di religione cattolica presso Istituto “Filippo Re Capriata” di Licata e membro del Consiglio presbiterale diocesano .
Il primo dicembre del 1977 stato nominato parroco della chiesa di Santa Barbara a Licata. Il primo ottobre del 1986 è stato nominato parroco della chiesa di Sant’Andrea Apostolo di Licata. Dal 13 dicembre del 2005 ha ricoperto l’incarico di Rettore del Santuario di Sant’Anglo Martire a Licata. Incarico che ha mantenuto fino al 29 febbraio 2020.
Il mio augurio, Padre Angelo, è quello di continuare a professare la sua Fede cristiana nel silenzio, nella tranquillità e in armonia con se stesso.

Print Friendly

Got anything to say? Go ahead and leave a comment!

*

Powered by AlterVista


Hit Counter provided by Sign Holders